Five Hundred Cup – 1° ASSOLUTO e Under 25

A poco meno di un anno di stop, proprio sulla pista in cui ha esordito, Pierluigi entra in scena nella Five Hundred Cup. Gli ottimi risultati ottenuti al esordio, un secondo posto assoluto e la vittoria nell’ Under 25 in Gara 2, erano risultati molto importanti e difficili da bissarare ma Pierluigi… Procediamo con ordine; nelle qualifiche della domenica mattina, su tredici splendide 500, Veronesi ottiene il secondo tempo a soli 60 millesimi da Argenti, splendida qualifica, non solo per il fatto che Pierluigi doveva togliersi la “ruggine” da un anno di stop, ma anche perchè il Poleman Argenti, é Campione della serie 2009. Un osso duro col quale Veronesi dovrà cimentarsi anche per le due gare previste nel pomeriggio.

– Gara 1 – Ore 13.30 sotto un sole cocente, allo start, Pierluigi effettua una delle sue splendide partenze, costringendo Argenti a cedergli la leadership della corsa alla prima curva. In testa fin dal primo giro, Veronesi compie una serie di giri veloci cercando di guadagnare il più possibile sui suoi diretti avversari in modo da poter amministrare nella parte finale la corsa, semplice da dire ma difficile ma mettere in pratica specialmente se la sagoma della 500 che appare negli specchietti posteriori è quella di Argenti. Un effetto elastico dunque, che si protrae per tutti i 17 giri di gara con Veronesi che trionfa sotto la bandiera a scacchi. Vittoria assoluta e dell’Under 25, i risultati 2011 erano già battuti con una gara in meno.

– Gara 2 – Ore17.30 “Con lo schieramento invertito rispetto l’arrivo di Gara 1 per i primi otto piloti, il gioco si fa più duro e i sorpassi di certo non mancheranno” – Sono queste le ultime parole del driver bolognese prima di calarsi in macchina e stringersi le cinture. Sorpassi che non sono certo mancati proprio a lui, coi quali ha tenuto il pubblico col fiato sospeso per tutta la gara, infatti dopo un contatto al via con Rodio alla prima curva che lo costringe a perdere una pozione,trovandosi così nono, Veronesi inizia una rimonta macinando gli avversari, prima ottavo, poi settimo, poi sesto con sorpassi e controsorpassi, prima all’interno poi all’esterno. Infine dopo una bella bagarre con la Sellani con sorpassi e spinte per non perdere gap da De Pasquale che li precedeva, Pierluigi capisce che è il momento di non arrendersi e sferra l’attacco decisivo ottenendo la quinta piazza; ora a soli 3 minuti dal termine con Da Pasquale a poco più di 2 secondi il gioco si fa durissimo quasi impossibile ma tentare…esatto crederci fino in ultimo,ed è proprio in ciò che Veronesi si fa forza e all’ultimo giro di gara giunge negli scarichi di De Pasquale e decide di sferragli un attacco all’interno nella seconda esse; entrambi a ruote fumanti, coi specchietti che volano in aria giungono al contatto con Veronesi che sembra inizialmente avere la meglio ma lo sprint in accelerazione del romano lo brucia e lo costringe all’esterno per la curva successiva, ovvero la esse veloce, e a quel punto resta ben poco da fare, sabbia a parte, che alzare il piede e accontentarsi di un sudato quinto posto assoluto e secondo Under 25 per Gara 2.

  admin  /    16 marzo 2015  /   News  /   0 Commenti

commenti

Commenta questo post

   

Credits