Franciacorta: Tanta sfortuna ma il podio nella Rookie in Gara 2 c’è!

E’ l’Autodromo Internazionale Daniel Bonara di Franciacorta ad ospitare il secondo appuntamento stagionale del Campionato Europeo Nascar. Il terzo e quarto round della serie è stato ben accolto dai visitatori che hanno raggiunto quote record in Italia, 2500 i biglietti venduti per l’intero week end. Questo racing week end ha un ulteriore valore per Pierluigi, dato che si tratta dell’unica tappa in Italia e numerosi tra partners, sponsor, amici giungono per fare il tifo alla numero 27.

Nelle prove libere Veronesi si insidia a metà classifica, è importante capire ora il passo gara, più che la prestazione assoluta.

Nelle qualifiche bisogna dare il cento per cento, dal momento che, date le caratteristiche del tracciato, non è semplice compiere sorpassi, Pier lo sa bene. Purtroppo solo due giri per il bolognese, costretto a finire anticipatamente la sessione a seguito di un guasto al pedale dell’acceleratore. E’ P18.

Gara 1. Buona la partenza, che allo scattare del semaforo verde guadagna due posizioni; la gara è combattuta e diversi sono i contatti di gara, che spettacolo questa Nascar! Pierluigi, giro dopo giro, migliora i suoi crono personali ed è già tredicesimo assoluto dopo solo quattro giri, purtroppo però la forsennata rimonta svanisce al sesto giro di gara dove è costretto al ritiro per un guasto allo sterzo. Che Peccato!

In Gara 2 è la decima fila ad ospitare il bolognese, lo schieramento delle griglia è determinato dal best lap di Gara 1, in cui si era potuto ben fare poco. Allo start il rombo delle 28 vetture è impressionante, ci sono dei contatti alla prima curva e Veronesi riesce a cavarsela senza grossi problemi: è iniziata la rimonta, è decimo al secondo giro, poi nono, ottavo, settimo e un sorpasso alla esse veloce da cardiopalma su Risitano gli consente di prendere la sesta posizione assoluta e prima della Rookie. Un’ennesima doccia fredda alla tornata successiva, quando lo spotter lo avvisa di un drive through da scontare, per errato allineamento durante la ripartenza della safety car, entrata precedentemente. Pier rientra ma perde sette posizioni. Concluderà poi undicesimo assoluto, terzo nella Rookie, sorpassando il francese Boucenna, leader di campionato, con un sorpasso eroico all’esterno. Grande Pier!

Pierluigi Veronesi: ”In questo week end posso dire davvero che è successo davvero di tutto a partire dalla febbre alta che ho avuto dal giovedì; le corse però sono belle anche per questo e credo che proprio nei momenti in cui tutto sembra andare storto, bisogna crederci maggiormente. Peccato per il drive through in gara 2 senza il quale potevamo essere nella top five e primi della Rookie. La macchina era perfetta, il team nonostante sia all’esordio ha dimostrato che possiamo competere coi big. Ora bisogna voltare già pagina e guardare la prossima tappa a Brands Hatch, un circuito a me sconosciuto ma ricco di pubblico, si contano 70.000 persone, non vedo l’ora!

  admin  /    22 maggio 2018  /   Senza categoria  /   0 Commenti

commenti

Commenta questo post

   

Credits