Podio nella notturna di Cervia

In notturna si è svolta la terza prova del Campionato organizzato dalla Birel Motorsport nel kartodromo Happy Valley di Cervia. Sui sedici piloti al via, il driver bolognese insieme a Bergonzini erano gli unici a correre coi motori di vecchia omologa, Iame, capaci di sfruttare i lunghi rettilinei ma con un deficit, non da poco, nei tornanti e curve lente; tasto dolente questo, considerando che il Kartodromo di Cervia ha un susseguirsi di 13, tra curve e tornanti e di un solo e unico rettilineo.

Nelle Qualifiche svolte nel tardo pomeriggio Pierluigi col crono di 44”705 ottiene la seconda fila, non male, ma il Gap di un decimo e mezzo dalla Pole sembra impossibile da colmare.

La prefinale si è svolata alle 21.30 della sera, vedeva Veronesi guadagnare subito una posizione al pronti via, sfilando così terzo alla prima curva. Petrucci, leader della gara, impone un ritmo elevato con susseguirsi di giri veloci su Bergonzini seguito a ruota da Veronesi, il quale innesca un duello mozzafiato col modenese durato quasi tutta la gara, con Pierluigi che ottiene la meglio nelle ultime fasi di gara conquistando uno strepitoso secondo posto.

Ore 00.30 la finale. La tensione alle stelle e l’adrenalina a mille da parte di qualche pilota, innescano alla prima curva una seria di contatti che coinvolgono il nostro driver bolognese e che lo costringono,come ultimamente è successo a una dura prova di rimonta. Settimo dunque alla prima curva, per una serie di contatti che gli sono costati cinque posizioni, Pierluigi non si arrende e con tanta determinazione incomincia a risalire la china. Sesto, poi quinto con uno splendiso sorpasso ai danni di Quaresmini alla curva “Casaccia” e infine quarto grazie al ritiro di Petrucci . E’ ormai metà gara e si preannuncia un finale monotono senza colpi di scena con Collini saldamente al comando con oltre 5 secondi su Bergonzini, il quale amministra bene il secondo posto su Adani, terzo. Veronesi quarto con la costanza nei tempi sul giro guadagna quel gap di oltre tre secondi su Adani, ma i tempi stringono e il direttore di gara fa segno che è l’ultimo giro. Veronesi è in scia ad Adani e cerca il sorpasso nell’unico punto possibile ovvero la curva “Casaccia”, ma Adani si difende bene all’interno e per Pierluigi rimane l’estreno è un azzardo dunque, un azzardo però in cui ci crede e si lancia, trovandosi così interno per la curva successiva ovvero “il Rampino”. I due si toccano con Veronesi che vuole i terzo posto e Adani che lo sperona da dietro, ma si tratta di difendersi solo per tre curve perché è l’ultimo giro, e Veronesi riesce nell’impresa!!! E’3° e conquista il podio!!

  admin  /    16 marzo 2015  /   News  /   0 Commenti

commenti

Commenta questo post

   

Credits