Veronesi a punti nell’esordio del Clio Cup Italia

Sedici i piloti scesi in pista nel week end del Mugello, teatro della prima prova stagionale del Clip Cup Italia; Il bolognese all’esordio in questa nuova categoria a trazione anteriore si è messo in luce lottando tra le posizioni di vertice e conquistando subito punti importanti in ottica Campionato.

Prove Libere – Nelle prove libere Pierluigi naviga nelle ultime posizioni condizionato da problemi alla sua vettura che lo condizioneranno anche per le prove di qualifica: un sensore non consentiva il corretto funzionamento del turbo sulla sua francese numero 27.

Qualifiche – Nelle qualifiche nonostante l’handicap, Pierluigi si inserisce nella top 10, con una quarta fila allo start di gara 1 a un secondo e un decimo dalla Pole Position e una sesta fila per gara 2.

Gara 1- Lo start del bolognese è impeccabile e alla San Donato conquista già 2 posizioni, sará poi la volta di Felisia e del russo Boguslavskiy nella tornata successiva; è P4, con trenino di testa capitanato da Rinaldi a pochi passi.

Le speranze terminano presto però, alla curva Correntaio un contatto tra la numero 27 e 77 del russo, i due  si toccano, Pier è con mezza macchina all’interno ma non è sufficiente per poterlo sorpassare, il russo chiude la porta finendo in testa coda e Veronesi in ghiaia. Nell’uscita di pista Veronesi è però bravo a controllarla e riesce a non insabbiarsi, rientra in pista,  è decimo. I giri continuano, ma il passo di gara non gli consente di recuperare, la sua Clio è fortemente danneggiata con la ruota anteriore sinistra storta e la temperatura dell’ acqua motore che sale, Pier è costretto a ritiro.

Gara 2- Ad alimentare l’adrenalina e la tensione ci pensa la pioggia; a pochi istanti prima dell’uscita dai box delle vetture per schierarsi in griglia, un forte temporale si abbatte sul tracciato toscano inondando proprio alcuni tratti di pista. Che suspance…la partenza ritarda di pochi minuti e solo 3 piloti, fortunati nel possedere le gomme rain, le montano in griglia.

La direzione gara stabilisce  la partenza in regime di Safety Car per le condizioni critiche della pista. Due giri di formation lap, poi via si parte, una nube immensa d’acqua di innalza al Mugello, le 16 clio sfrecciano verso la San Donato.

Pier deve rimontare,  ma deve stare calmo poiché è  difficilissimo tentare il sorpasso. Comunica infatti via radio che nel rettilineo la vettura fa acquaplanning e che la frenata è sempre molto critica, il bloccaggio delle ruote è molto facile da innescare e guidare in queste condizioni con gomme slick è da veri folli.

Pier, concentrato,  inizia una serie di giri veloci come il trenino di testa, sorpasso dopo sorpasso concluderà in 7a posizione prendendo i punti del quinto data la trasparenza in classifica di due piloti che lo precedevano. Un esordio a punti prezioso, condizionato da problemi alla vettura che il Team Essecorse ha lavorato giorno e notte per risolvere dimostrando di meritare a pieno il Titolo di Campioni Italiani conquistato nel 2016 con Ricciarini.  La prossima sfida sarà in terrà estera, precisamente in Repubblica Cieca. Stay Tunned.

  admin  /    12 aprile 2017  /   News  /   Un commento

commenti

  1. Thai Way SPA /

    Grande orgoglio e perseveranza presto daranno a Pierluigi i risultati meritati salendo agli alti gradini del podio.

Commenta questo post

   

Credits