Veronesi da capolavoro a Magione

16.11.14 – Il Bolognese, reduce da oltre 2 mesi di stop forzati dalle corse per problemi fisici, ha entusiasmato tutti all’autodromo Borzacchini. Come ha commentato il grande Nico Patrizi, speaker radiofonico e giornalista, “Era del 2009 che non vedevo un Veronesi così carico e affamato di vittoria”, segno che la collaborazione col suo preparatore Piero Ciani, funziona. Dopo il 2009, anno ricco di successi e riconoscimenti d’onore, sono state tante le poles e le vittorie, ma la scarsa continuità ha lasciato un Pier sempre più afflitto e avvilito dal sistema Motorsport. Anche quest’anno nella scorsa M3 revival Cup ha dimostrato la sua caratura, conquistando la pole sotto il diluvio di Adria, segno che il talento c’è e c’è sempre stato. Ma mancava qualcosa, una qualcosa chiamato gradino più alto del podio, e qui a Magione il bolognese ha compiuto una vera e propria impresa, ottenendo quella vittoria che cercava da tempo. Nella Individual Race Series, la categoria Gruppo N è tra le più numerose come iscritti; Veronesi al termine della prima manche conclude secondo con 3 secondi di svantaggio da uno scatenato Riccardo Rogari, autore di quattro giri da capolavoro. Lo stesso Pierluigi è rimasto sorpreso dal tempo fatto segnare dall’eugobino al termine della prima prova cronometrata. Era dunque un destino già segnato, Veronesi secondo Rogari primo; Pier non demorde e ci crede. Pochi minuti prima del via le cose si complicano, un temporale avvolge l’autodromo. La pista viene dichiarata bagnata. Chissà se quell’acqua non gli abbia ricordato quell’Adria con l’M3 giallo che sfrecciava sotto il diluvio come fosse sull’asciutto. Con la sua 106 azzurra Pierluigi compie una vera e propria impresa, non sbaglia niente, fa danzare la sua macchina sotto la pioggia….risultato: 7’05.29 Veronesi 7’15.20 Rogari, dieci secondi di vantaggio che sottratti ai 3 di svantaggio in gara 1 gli valgono il primo posto con 6.25 secondi di vantaggio. E’ vittoria. Veronesi is back!!

  admin  /    16 marzo 2015  /   News  /   0 Commenti

commenti

Commenta questo post

   

Credits