Veronesi, il Rainman di Adria

È sul tracciato di Adria che si è disputato il primo appuntamento della Lotus Cup Italia: un weekend all’ insegna della pioggia e delle basse temperature rispetto alle medie stagionali, che hanno reso difficile la guida delle Lotus per la scarsa aderenza in pista.

Nelle prove libere Pierluigi primeggia nelle posizioni di vertice, così come nelle qualifiche del sabato  pomeriggio; confermano il potenziale del pilota e quello del suo team: il bolognese ottiene infatti un ottimo quarto posto, seconda fila in griglia di partenza!

Numerosi fans dalla riconoscibile maglia gialla Pier27, nonostante la pioggia incessante, arrivano presto la domenica mattina armati non solo si ombrelli e stivali, ma di trombe e mega striscione per stringersi attorno al pilota con grande calore.

La gara della domenica mattinaviene disputata sotto il diluvio, in condizioni limite, la pista è “zuppa fradicia”, e a quelle velocità l’estrattore posteriore delle Elise Cup sollevano parecchia acqua, senza lasciare vedere più nulla; ma è in queste situazioni che il talento  di un pilota emerge, e Pier c’è!
La partenza è buona e si accoda subito a Nespoli Campione in carica. Giro dopo giro guadagna decimi preziosi, sorpassando prima Pegoraro e poi Passotti, con un duello di quattro giri a ritmo di sorpassi e controsorpassi all’ esterno. Che spettacolo!
Un volta raggiunta la prima posizione, Pier allunga il passo e con un margine di 5 secondi gestisce la gara con grinta e costanza, fino all’ ingresso della safety car, subentrata in pista a pochissimi minuti dal termine per le condizioni impossibili; la gara si congela e Pierluigi, da esordiente, vince!

In gara 2, come da copione di gara 1, Veronesi attende solo l’attimo giusto, mentre in curva due Pegoraro mette fuori gioco Nespoli. Dalla terza posizione passa in P2 con un’ altra bella bagarre sportiva con Pasotti, anch’egli pilota emergente.
Resta soltanto da superare Pegoraro per conquistare il primo posto.
Un colpo di scena per tutti gli spettatori e attori in gara, quando Pegoraro rientra per scontare un drive throught; Veronesi diventa primo e taglia il traguardo da vincitore, senza immaginare di essere stato in realtà squalificato per un drive through non scontato in gara.
Un boccone amaro da digerire, se si pensa che sarebbe stata doppietta.  Ma nei cuori dei suoi tifosi e squadra, Pier è il Campione, colui che in entrambe le gare ha raggiunto la prima posizione, dando spettacolo e divertimento.

Le sue parole dopo la gara: “Sono molto afflitto e avvilito, ho provato in tutti i modi a parlare con i commissari per dimostrare la mia innocenza dando mia disponibilità per far visionare il mio camera car, non ho tagliato il percorso, ma purtroppo è stato tutto inutile. La cosa che più mi rammarica è che pare non ci siano filmati a testimoniare il mio taglio di pista. E’ come un goal annullato per un fuorigioco inesistente; il Motorsport dovrebbe essere come la Matematica, non un’ opinione insomma.
Ora ci prepareremo per la prossima gara, mettendo da parte, per forza, questo triste episodio.”

Coraggio Veronesi! Hai solo perso una battaglia, ora punta a vincere la guerra! (cit. di un Fans)

  admin  /    25 aprile 2016  /   News  /   0 Commenti

commenti

Commenta questo post

   

Credits